Progetti di ricerca

  • “Young People, Gender and Religions”. Research Project developed within Italian Inter-universitary Consortium “Gender and Religions” (“Roma Tre” Academic Senate, Decision of joining at the Consortium: July, 13rd 2016). Fifty-five Italian universities take part to the Consortium. Consortium coordinator: Elisabetta Ruspini, Università Milano Bicocca – Coordinator of “Roma Tre” research unit: Francesco Antonelli.
  • Accomplished Project “Capacity building, Conflict Transformation and New Horizons”. This five-month project has received funding from the European Union’s Europe AID Programme under grant agreement No EuropeAid/133-392/M/ACT/LB (October 2013-Febraury 2014). Consortium Coordinator: CREI, Università degli Studi “Roma Tre”, Scientific Coordinator: Francesco Antonelli.Project Consortium: 2 partners
  • Ricerca in svolgimento: L’impero fascista nei Balcani: l’Italia e la conquista dell’Albania 1939-1943 – prof. Alberto Basciani.
  • “Elementi di base, misure programmatiche, aspetti esecutivi del diritto internazionale del mare, diritto dell’Unione europea e regime della pesca e dell’acquacoltura nel sistema-paese Italia”, UNIMED-Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (anno 2015). Responsabile scientifico del progetto: prof.ssa Cristiana Carletti.
  • Link identifier #identifier__45664-1ShareLab – Sharing Economy in a Living Lab. Finanziato da: Università degli studi Roma Tre (Piano straordinario di sviluppo della ricerca: Azione 4 “azione sperimentale di finanziamento a progetti di ricerca innovativi e di natura interdisciplinare”). Periodo: 01/2019 – 01/2021. Finanziamento: € 24.400. Le città sono importatrici nette di merci. Garantire un elevato livello di qualità della vita dei cittadini, da un punto di vista economico e socio-culturale, implica realizzare un sistema efficiente e sostenibile di distribuzione delle merci. ShareLab investiga modelli di business innovativi di sharing economy (i.e. crowdshipping) quantificandone gli impatti economici, ambientali e sociali. L’eterogeneità di competenze che caratterizzano il gruppo di lavoro è valorizzata tramite un innovativo ambiente sperimentale di lavoro (i.e. living lab) che garantisce un’interazione coordinata/cooperativa all’interno e all’esterno del gruppo. ShareLab realizzerà un partenariato “complesso” capace di distinguersi nella progettazione/acquisizione competitiva di fondi (per l’autofinanziamento di ShareLab nel lungo periodo) e svilupperà un piano pre-operativo per la realizzazione di iniziative imprenditoriali con specifico riferimento al contesto romano, garantendone l’applicabilità a realtà diverse. Prof. Edoardo Marcucci e dott. Valerio Gatta.
  • I-CROWD4FR8: Integrated-CROWDshipping for FReight transport. Finanziato da: Fondazione BNC (Progetto Assegni di Ricerca 2016). Periodo: 09/2016 – 01/2019. Finanziamento: € 20.000. Prof. Edoardo Marcucci e dott. Valerio Gatta.
  • Link identifier #identifier__84940-2Smart Environments: Valorizzazione della ricerca e crescita del territorio negli ambienti intelligenti. Finanziato da: Regione Lazio. Periodo: 10/2015 – 03/2017. Prof. Edoardo Marcucci e dott. Valerio Gatta.
  • Link identifier #identifier__71318-3Nuclear Proliferation International History Project diretto da Christian Ostermann del Wilson center, finanziato dalla Carnegie Foundation con 4 grants, di cui l’ultima ricevuta a dicembre 2018. Prof. Leopoldo Nuti, prof.ssa Marilena Gala e dott.ssa Laura Fasanaro.
  • Libri in movimento. Circolazione e costruzione di saperi tra Italia ed Europa in età moderna (Books in motion. Circulation and Construction of Knowledge between Italy and Europe in the Early Modern Period), PRIN 2017 come coordinatore nazionale. Responsabile scientifico: prof. Giorgio Caravale.
  • L’Italia e lo shock del globale negli anni settanta: percezioni, interpretazioni, reazioni (Italy and the “Shock of the Global” during the Seventies: perceptions, interpretations, reactions), PRIN 2017. Responsabile unità locale per Roma Tre: dott. Giovanni Mario Ceci.
  • Science, technology and international relations: case studies in Italian foreign policy, PRIN 2017 come coordinatore nazionale. Responsabile scientifico: prof. Leopoldo Nuti, prof.ssa Marilena Gala e dott.ssa Laura Fasanaro.
  • “Crisi o  trasformazione della democrazia? Prospettive incrociate tra Europa e America Latina”. Durata progetto: 2013-2016. Prof.ssa Maria Rosaria Stabili.
  • Progetto cofinanziato dalla Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo del MAECI: “Alta formazione per i docenti dell’Università Nazionale Somala operanti in Somalia”. Il progetto coinvolge cinque atenei italiani e di rivolge ai docenti somali – in particolare ai presidi – delle facoltà di Veterinaria, Agraria, Medicina, Ingegneria, Economia e Giurisprudenza, e riguarda sia gli aspetti puramente di ricerca sia quelli didattici e amministrativi (curricula dei corsi di laurea, strutturazione della amministrazione delle facoltà e dei dipartimenti organizzazione dei laboratori) dal 31-05-2017, Responsabile scientifico: prof. Alessandro Volterra.
  • “Sostegno italiano alla formazione universitaria in Somalia” sempre in collaborazione con altri atenei italiani e Roma Tre capofila, prevede la formazione dei docenti somali, la realizzazione di alcuni laboratori universitari e la prima fase della riedificazione di uno dei campus della UNS. A questo di aggiunge un secondo progetto “satellite” dal titolo: “Sostegno italiano alla formazione universitaria in Somalia (Formazione avanzata per laureati UNS)”. consistente in 16 borse di studio biennali per i primi laureati UNS. Le borse servono per consentire il conseguimento in Italia della laurea Magistrale al fine di poter poi accedere ai dottorati. Responsabile scientifico: Prof. Alessandro Volterra.
  • “La Deterrenza nel XXI secolo: un’analisi storica e teorica”, finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – Unità di Analisi, Programmazione, Statistica e Documentazione Storica, nell’ambito del bando relativo a contributi a progetti di studio, ricerca e analisi nel campo della politica estera e della promozione e sviluppo dei rapporti internazionali 2020. L’obiettivo di questo progetto è quello di comprendere il ruolo che la deterrenza potrebbe svolgere negli affari internazionali nel corso del XXI secolo e le relative implicazioni per la politica estera Italiana in ambito NATO e Unione Europea, attraverso uno studio dell’evoluzione storica della sua teoria e della pratica. Prof. Leopoldo Nuti.
Link identifier #identifier__146366-4Link identifier #identifier__60396-5Link identifier #identifier__127100-6
MONIA CZECH 01 Dicembre 2020