Governo e Amministrazione

Il laureato, al termine del suo percorso formativo triennale, avrà acquisito una conoscenza generale e circostanziata degli assetti strutturali del settore pubblico (nella varietà delle sue articolazioni, tipologiche e dimensionali), dell’amministrazione e dell’economia nonché un insieme di conoscenze specifiche, tecniche e professionali, utilizzabili nelle amministrazioni pubbliche, nelle imprese di servizio pubblico e nelle imprese private che operano in settori ad alto tasso di regolazione
Link identifier #identifier__139160-1Link identifier #identifier__138569-2Link identifier #identifier__116321-3

OBIETTIVI
OBIETTIVI
Il Corso di laurea in Governo e Amministrazione mira a formare laureati dotati di competenze e
professionalità specifiche utili a comprendere innanzitutto la rilevanza strategica che il contesto politico-istituzionale assume nell'ambito delle odierne relazioni economiche, sociali e civili, e ciò tanto su scala locale, quanto nelle dimensioni nazionale, europea e internazionale; e che risultino poi adeguate per consentire di operare efficacemente in tale contesto, sia per innalzare il livello di produttività delle strutture di governo di una società complessa com'è quella in cui viviamo, che per qualificare il mondo e le dinamiche degli apparati istituzionali e delle pubbliche amministrazioni. Questo Corso di laurea si
prefigge in particolare di innalzare il livello di autonomia di giudizio dei propri studenti perché diventino capaci di impostare correttamente e con metodo i problemi a cui sono chiamati a fornire le adeguate soluzioni, progettare i relativi percorsi attuativi, coordinare attività di vario livello, svolgere negoziazioni, utilizzare tecnologie innovative, tutto ciò nell'ambito delle tipiche funzioni attinenti al management delle organizzazioni complesse e, in particolare, delle amministrazioni e delle
imprese pubbliche. Questo Corso di laurea intende altresì formare specifiche capacità comunicative, con speciale riferimento alle relazioni con i cittadini e gli utenti dei servizi, all'accesso alle informazioni e ai documenti amministrativi, alla tutela della privacy, alla gestione delle reti informative, alla comunicazione dentro e fra le istituzioni pubbliche e private.
Le professionalità che questo Corso di laurea vuole creare riguardano soggetti chiamati a collaborare all'esercizio di funzioni di indirizzo e di decisione politica, a svolgere compiti di responsabilità riguardanti l'organizzazione e la gestione di uffici e attività pubbliche, a gestire l'impiego di risorse umane e a governare i meccanismi informativi in ingresso e in uscita delle strutture complesse in cui essi svolgono le loro funzioni lavorative.
Il Corso mira altresì alla formazione di quanti sono destinati ad operare presso imprese di servizio pubblico o imprese e altri organismi privati che normalmente o prevalentemente svolgono attività che per loro natura implicano rapporti istituzionali e/o negoziali con strutture pubblicheo, ancora, operano in settori ad alto tasso di regolazione (contratti pubblici, privacy, anticorruzione, antiriciclaggio, ecc.)
Il Corso prevede, inoltre, lo studio della lingua inglese e la frequenza di laboratori per l'acquisizione di particolari capacità relazionali e di lavoro di gruppo, fondamentali per operare in contesti culturali, di lavoro e di management sempre più inseriti professionalmente in circuiti internazionali. Gli strumenti didattici attraverso i quali il Corso di laurea in Governo e Amministrazione si prefigge il conseguimento dei suoi obiettivi comprendono le tradizionali lezioni frontali, ma anche forme di insegnamento più avanzate come seminari, focus groups, redazione di tesine e di papers. La verifica dei risultati conseguiti avviene attraverso l'esame finale al termine di ciascun corso, quando lo studente è chiamato ad illustrare in forma scritta o mediante discussione con il docente, gli argomenti studiati. Sono altresì contemplate forme di verifiche intermedie, prevalentemente in forma scritta, per monitorare progressivamente il grado di apprendimento degli studenti.
L'accesso al Corso di laurea non richiede il possesso di particolari requisiti o di specifiche competenze, al di là di una
buona preparazione di base offerta dalle scuole secondarie superiori di diverso tipo. Dato il carattere multidisciplinare del
Corso di laurea, è importante che lo studente possegga competenze sia linguistiche, sia logico-analitiche e la conoscenza
di base di almeno una lingua straniera.
Le modalità di verifica del possesso di queste competenze verranno ulteriormente definite dal regolamento didattico del Corso di laurea in Governo e Amministrazione, nel quale si specificano altresì gli obblighi formativi aggiuntivi previsti nel caso in cui la verifica non dia esito positivo.









Lo Studente potrà apprendere le conoscenze previste dal corso di Laurea attraverso:

- funzioni attinenti al management delle organizzazioni complesse e, in particolare, delle amministrazioni pubbliche e private e delle imprese pubbliche.
- specifiche capacità comunicative, con speciale riferimento alle relazioni con i cittadini e gli utenti dei servizi,
- accesso alle informazioni e ai documenti amministrativi, alla tutela della privacy, alla gestione delle reti informative, alla comunicazione con le istituzioni pubbliche e private.
- lezioni frontali
- seminari, convegni e laboratori utili all’apprendimento delle conoscenze di base necessarie allo svolgimento dei compiti professionali.
- focus groups, redazione di tesine con relativa discussione e di papers

I docenti delle attività curricolari e di supporto si avvarranno anche di strumenti telematici messi a disposizione dall’Ateneo e dal Dipartimento di Scienze Politiche per lo svolgimento di attività didattiche a distanza.
Le professionalità che questo Corso di Laurea in particolare vuole plasmare riguardano:

- funzioni di indirizzo e di decisione politica
- compiti di responsabilità in materia di organizzazione e gestione di uffici e attività pubbliche -
- impiego delle risorse umane e governo dei meccanismi informativi in ingresso e in uscita delle strutture complesse in cui essi si svolgono le funzioni lavorative.

Il Corso mira inoltre alla formazione di quanti sono destinati ad operare presso:
- imprese di servizio pubblico o altre imprese e organismi privati che normalmente o prevalentemente svolgono attività che per loro natura comportano rapporti istituzionali e/o negoziali con strutture pubbliche.

Il Corso prevede lo studio della lingua inglese e la frequenza di laboratori per l'acquisizione di particolari capacità relazionali e di lavoro di gruppo, fondamentali per operare in contesti culturali, di lavoro e di management sempre più inseriti professionalmente in circuiti internazionali.

Autonomia di giudizio
Il Corso di laurea in Governo e Amministrazione si prefigge di innalzare il livello di autonomia di giudizio dei propri studenti perché diventino capaci di impostare correttamente e con metodo i problemi a cui saranno chiamati a fornire le adeguate soluzioni, di prospettare i relativi processi attuativi, di coordinare attività di vario livello, di svolgere negoziazioni, di utilizzare tecnologie innovative, tutto ciò nell'ambito delle funzioni attinenti al management delle organizzazioni complesse e, in particolare, delle amministrazioni e delle imprese pubblichee private. Il Corso di laurea attiverà forme di verifica del conseguimento dell'autonomia di giudizio dei propri studenti attraverso forme scritte e orali, e anche tramite elaborati ed attività seminariali e di stage.
Abilità comunicative
Il Corso di laurea in Governo e Amministrazione intende formare specifiche capacità comunicative, con speciale riferimento alle relazioni con i cittadini e gli utenti dei servizi, all'accesso alle informazioni e ai documenti amministrativi, alla tutela della privacy, alla gestione delle reti informative, alla comunicazione dentro e fra le istituzioni pubbliche e private. A tale fine, verranno insegnate la redazione e l'esposizione di rapporti e documenti e saranno incentivate forme di interazione con il mondo del lavoro.
Le capacità comunicative riguarderanno: 1) la comunicazione scritta, incentivando i docenti a prevedere apposite occasioni di esercitazione e valutazione di elaborati; 2) la comunicazione orale, proponendo all’interno dei corsi lavori ed occasioni di presentazione orale. I docenti potranno ricorrere a diverse possibili forme di verifica delle capacità comunicative, con il coinvolgimento degli studenti in highlights all’inizio delle lezioni, in presentazioni tipo “duello”, nella stesura di rapporti scritti, nella discussione/presentazione di casi o in altre occasioni didattiche che ne implichino l’utilizzo oltre alla valutazione in sede di esame.
Capacità di apprendimento
I laureati nel corso dovranno sviluppare le capacità di apprendimento necessarie sia per proseguire nel percorso di studi (laurea magistrale, master) che per interpretare un ruolo professionale. Accanto agli obiettivi che riguardano le specifiche competenze disciplinari, è obiettivo del Corso di studi consolidare con il metodo di studio, un approccio all'apprendimento che tenga sempre presente la chiave dell’interdisciplinarietà, la visione critica e un orientamento alla soluzione dei problemi
La prova finale consiste in una verifica delle conoscenze e competenze acquisite negli ambiti disciplinari del Corso di laurea. Essa prevede la redazione di una breve tesi scritta e la sua successiva discussione orale in seduta pubblica.
Per quanto non espressamente qui disciplinato, si rinvia alle procedure didattiche e amministrative del Dipartimento
Informazioni utili
Informazioni utili

soddisfazione degli studenti