Curriculum Vitae

 

ROSALBA CHIARINI

 

Attività didattiche e di ricerca

Laureata in Scienze Politiche, indirizzo politico/amministrativo, nel 1986, presso l’Università di Bologna, consegue il Dottorato di ricerca in Scienza Politica, nel 1992, presso l’Università di Firenze e il Post-doc nel 1994 presso l’Università di Bologna.

Svolge attività di ricerca, dal 1992 al 1997, presso il Centro di Analisi delle Politiche Pubbliche, Dipartimento di Organizzazione e Sistema Politico Italiano, Università di Bologna.

Svolge attività di tutorship e di insegnamento di materie afferenti al settore politologico SPS/04, dal 1992 al 1998, presso la Facoltà di Scienze Politiche, Università di Bologna, sede decentrata di Forlì.

E’ visiting scholar presso il Department of Government, University of Essex, England, per il periodo marzo/settembre 1997.

Nel 1998 diventa Ricercatrice (settore politologico) presso la Facoltà di Economia, Università della Calabria e, dal 2000, è presso la Facoltà di Scienze Politiche, dove insegna Scienza dell’Amministrazione, Scienza Politica, Analisi delle Politiche Pubbliche.

Dal 2003 al 2007 insegna Scienza dell’Amministrazione per supplenza presso la Facoltà di Scienze Politiche, Università di Roma Tre.

A partire dall’anno accademico 2007-08 è trasferita presso l’Università di Roma Tre, Facoltà di Scienze Politiche, dove insegna Scienza dell’Amministrazione, Analisi delle Politiche Pubbliche, Scienza Politica.

 

Collaborazioni scientifiche

Membro progetti PRIN 2005, 2007, 2009.

Componente del Collegio dei docenti del Dottorato in “Politica, Società e Cultura”, Università della Calabria e, dal 2009, della Scuola di Dottorato in “Conoscenze e innovazioni per lo sviluppo – Andre Gunder Frank”, Università degli Studi della Calabria e, fino al 2012/2013, membro del Collegio dei docenti della Scuola dottorale in Scienze Politiche, Università degli Studi di Roma Tre.

Componente della Società Italiana di Scienza Politica (SISP).

Membro dell’Albo dei revisori del Miur.

Membro del Gruppo di ricerca interdipartimentale per gli studi politico-costituzionali e di legislazione comparata (Crispel) – Università di Roma Tre.

 

Incarichi Istituzionali

Referente piani di studio – Corso di Laurea Magistrale in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni (CL. 63  D.M. 270/04) – Dipartimento di Scienze Politiche, Università di Roma Tre.

2015 – Componente della Commissione assegnazione fondi di ricerca per l’Area Scienze Politiche e Sociali, Dipartimento di Scienze Politiche, Università di Roma Tre.

2016/2019 – Componente del Senato Accademico – Università di Roma Tre; componente della Commissione Didattica del SA; componente della Commissione temporanea (SA) istruttoria Documento di Programmazione Triennale.

 

Aree di ricerca

Le élite amministrative; il rapporto tra politica e amministrazione; la dirigenza pubblica italiana; le politiche di riforma amministrativa in Italia e in prospettiva comparata.

 

Fra le pubblicazioni

– L’alta burocrazia ministeriale: modelli di reclutamento e carriera, in “Rivista Italiana di Scienza Politica”, 1, 1995, pp. 119-154.

– I burocrati e le decisioni: Ministero dell’interno, Ministero dell’industria, Ministero del lavoro, in “Amministrare”, XXV, 3, 1995, pp. 347-373.

La pubblica amministrazione italiana tra crisi e transizione, in “Quaderni di Scienza Politica”, VI, 1, 1999, pp. 103-157.

– Assetti politici e burocrazie: il rapporto tra esecutivo e amministrazione centrale, “Quaderni di Scienza Politica”, VII, 3, 2000, pp. 417-477.

– Esecutivo e burocrazia. Ridefinita la relazione fra amministratori e politici, in C. Barbieri e L. Verzichelli (a cura di), Il governo e le sue istituzioni: l’evoluzione del caso italiano in prospettiva comparata, Genova, Name, 2003, pp. 179-226.

– Le ragioni di un cambiamento: la riforma dell’impiego pubblico in Italia, “Rivista Italiana di Scienza Politica”, XXXV, 2/2005, pp. 289-319.

Recensione del volume di G. Capano e E. Gualmini (a cura di), La pubblica amministrazione in Italia, Bologna, Il Mulino, 2006, pp. 273, in “Italian Politics & Society”, n. 63/2006, pp. 45-49.

– La riforma del pubblico impiego nell’Italia degli anni ‘90. Tra Maastricht e patti sociali, Rubbettino, Soveria Mannelli, 2007, pp. 317.

Recensione dell’opera di Renato D’Amico (a cura di), L’analisi della pubblica amministrazione. Teorie, concetti e metodi, 4 voll., Milano, Angeli, 2008, pp. 1120, in “Rivista Italiana di Scienza Politica, 3/2010, pp. 482-484.

– (con L. Germano) Le eredità del passato autoritario nella democratizzazione italiana, in P. Grilli di Cortona e O. Lanza (a cura di), Tra vecchio e nuovo regime. Il peso del passato nella costruzione della democrazia, Il Mulino, Bologna, 2011, pp. 41-78.

– Il rapporto tra politica e amministrazione nelle riforme italiane degli anni Novanta e del primo decennio del XXI secolo, in L. Tedoldi (a cura di), Alla ricerca della statualità. Un confronto storico-politico su Stato, federalismo e democrazia in Italia e in Europa, QuiEdit, Verona, 2012, pp. 141-160.

La “Riforma Brunetta”. Dalla concertazione sociale alla logica maggioritaria, Editoriale Scientifica, Napoli, 2013.

– Il rapporto tra politica e amministrazione nelle riforme italiane. Tra New Public Management e fiduciarietà, in www.eticapa.it, giugno 2013, pp. 12-19.

– Valutazione e pubblica amministrazione, in AIV Associazione Italiana Valutazione, settembre-ottobre 2013, n. 2, pp. 4-6.

Il cambiamento amministrativo nelle democrazie occidentali fra new public management, modelli neo-weberiani e new public governance, in “Rivista trimestrale di Scienza dell’Amministrazione”, 2/2015, pp. 39-54.

– L’impiego pubblico in Italia: dallo stile consensuale a quello maggioritario, in “Quaderni di Scienza Politica”, XXIII, 2/2016, pp. 265-304.

– (con B. Pisciotta) (a cura di), Lezioni di scienza politica di Pietro Grilli di Cortona, Editoriale Scientifica, 2016.