21810010 - EUROPEAN UNION INTERNAL MARKET LAW

Il corso si propone di fornire agli studenti le conoscenze di base e gli strumenti utili per comprendere il contesto normativo e il funzionamento pratico del mercato interno dell’Unione europea e delle quattro libertà economiche fondamentali (libera circolazione delle merci, dei lavoratori, dei servizi e dei capitali).

TORINO RAFFAELE

scheda docente | materiale didattico

Programma

Unione doganale e libera circolazione delle merci
Libera circolazione dei lavoratori
Diritto di stabilimento dei professionisti e delle società
Libera circolazione dei capitali e dei pagamenti
Politica agricola comune
Mercato interno e protezione dei consumatori
Mercato unico digitale
Libera concorrenza e mercato interno

Il corso è impartito in lingua inglese.

Testi Adottati

R. Torino (ed.), Introduction to the EU internal market law, 2017
Durante il corso delle lezioni il professore indicherà i casi giurisprudenziali europei che gli studenti dovranno analizzare e discutere in classe

Bibliografia Di Riferimento

Non è prevista ulteriore bibliografia di riferimento

Modalità Erogazione

Il corso si svolgerà alternando lezioni frontali e discussioni in classe di importanti casi giurisprudenziali europei, che dovranno preventivamente essere analizzati dagli studenti con ore di studio individuali

Modalità Frequenza

La frequenza è obbligatoria. E' ammesso un numero di assenze ingiustificato non superiore al 10% delle ore complessive di lezione e un numero di assenze giustificato (per motivi di salute o altri impedimenti correlati a motivi di studio comprovati documentalmente) non superiore al 30% delle ore complessive di lezione. La misura totale delle assenze non potrà essere superiore al 35% delle ore complessive di lezione.

Modalità Valutazione

La valutazione dell'apprendimento degli studenti avverrà tenendo conto: a) della attiva partecipazione del singolo studente alla discussione in classe dei casi giurisprudenziali europei; b) della redazione di un breve lavoro scritto a circa metà corso avente ad oggetto uno dei temi già trattati durante le lezioni o la discussione in classe dei casi giurisprudenziali (il tema èscelto dal docente e uguale per tutti gli studenti); c) della redazione di un lavoro finale scritto di fine corso (su un tema inerente al corso scelto individualmente da ciascuno studente ed approvato dal docente), che dovrà preventivamente essere presentato e discusso nella sua versione provvisoria in classe da ciascun studente. Nel periodo di emergenza COVID-19 l’esame di profitto sarà svolto secondo quanto previsto all’art.1 del Decreto Rettorale n°. 703 del 5 maggio 2020