21801045 - ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE E TUTELA DEI DIRITTI UMANI

Il Corso di “Organizzazione internazionale e tutela dei diritti umani” ha quale obiettivo quello di far conoscere agli studenti il fenomeno delle Organizzazioni internazionali, nella loro dimensione universale e regionale, fin dalle origini, per meglio approfondire gli aspetti istituzionali, funzionali ed operativi degli enti istituzionalizzati creati a tal fine dagli Stati membri della Comunità internazionale per rendere più efficace la cooperazione intergovernativa.
Particolare attenzione viene poi riservata al tema della protezione e promozione dei diritti umani, che presenta una natura trasversale nella definizione delle priorità di molteplici assetti istituzionali al livello sia universale che regionale.
L’apprendimento di tali nozioni è fondamentale per gli studenti che intendono sostenere prove concorsuali finalizzate alla carriera diplomatica o alla professione funzionariale presso le Organizzazioni internazionali, enti pubblici e privati nonché Organizzazioni non governative che operano in ambito internazionale ed europeo.

CARLETTI CRISTIANA

scheda docente | materiale didattico

Programma

Il Corso di "Organizzazione internazionale e tutela dei diritti umani" ha quale obiettivo quello di far conoscere agli studenti il fenomeno delle Organizzazioni internazionali, nella loro dimensione universale e regionale, fin dalle origini, per meglio approfondire gli aspetti istituzionali, funzionali ed operativi degli enti istituzionalizzati creati a tal fine dagli Stati membri della Comunità internazionale per rendere più efficace la cooperazione intergovernativa.
Particolare attenzione viene poi riservata al tema della protezione e promozione dei diritti umani, che presenta una natura trasversale nella definizione delle priorità di molteplici assetti istituzionali al livello sia universale che regionale.
L'apprendimento di tali nozioni è fondamentale per gli studenti che intendono sostenere prove concorsuali finalizzate alla carriera diplomatica o alla professione funzionariale presso le Organizzazioni internazionali, enti pubblici e privati nonché Organizzazioni non governative che operano in ambito internazionale ed europeo.

Il Corso si articola in due parti.
PARTE I: STUDIO DEL FENOMENO DELL'ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE - UNIVERSALE E REGIONALE - NEI SUOI ELEMENTI ISTITUZIONALI ED OPERATIVI.
1. IL FENOMENO DELLE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI
A. Origini e sviluppo
B. L’istituzione delle Organizzazioni internazionali
C. La personalità giuridica delle Organizzazioni internazionali
2. COMPETENZE E FUNZIONI DELLE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI
3. Eventi modificativi delle Organizzazioni internazionali
4. Lo status di membro nelle Organizzazioni internazionali
5. La struttura delle Organizzazioni internazionali
6. Gli atti delle Organizzazioni internazionali
7. La formazione della volontà
8. Le relazioni esterne
PARTE II: LA PROMOZIONE E LA PROTEZIONE DEI DIRITTI UMANI - SISTEMI E STRUMENTI UNIVERSALI E REGIONALI; APPROFONDIMENTO DEL PROCESSO DI RIFORMA DEI PRINCIPALI MECCANISMI OPERANTI NEL QUADRO DELLE NAZIONI UNITE (CONSIGLIO DEI DIRITTI UMANI, TREATY BODIES).
1. Origini ed evoluzione del tema
2. Il sistema delle Nazioni Unite
A) I Core Treaties ed i meccanismi di controllo
B) Il Consiglio dei Diritti Umani
3. Aspetti regionali della protezione dei diritti dell'uomo
4. La Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali
A) La Convenzione e i suoi organi
B) La procedura di controllo
5. I diritti dell'uomo in Unione europea
6. I diritti dell'uomo nell'Organizzazione per la Cooperazione e la Sicurezza in Europa
6. Il sistema interamericano di tutela dei diritti dell'uomo
7. La protezione dei diritti dell'uomo in Africa

In particolare
Per chi porta il programma da 10 CFU, si indicano le sezioni dei volumi in programma da studiare come segue:

PARTE I: STUDIO DEL FENOMENO DELL’ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE – UNIVERSALE E REGIONALE – NEI SUOI ELEMENTI ISTITUZIONALI ED OPERATIVI.
IL FENOMENO DELLE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI
1. Origini e sviluppo 1) pp. 67-75, 115-121
2. L’istituzione delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 8-20
3. La personalità giuridica delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 133-150
4. Competenze e funzioni delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 985-997
5. Eventi modificativi delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 943-953
6. Lo status di membro nelle Organizzazioni internazionali 1) pp. 962-983
7. La struttura delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 764-781; 804-821; 842-846
8. Gli atti delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 1006-1025
9. La formazione della volontà 1) pp. 567-579
10. Le relazioni esterne 1) pp. 691-711

PARTE II: LA PROMOZIONE E LA PROTEZIONE DEI DIRITTI UMANI – SISTEMI E STRUMENTI UNIVERSALI E REGIONALI; APPROFONDIMENTO DEL PROCESSO DI RIFORMA DEI PRINCIPALI MECCANISMI OPERANTI NEL QUADRO DELLE NAZIONI UNITE (CONSIGLIO DEI DIRITTI UMANI, TREATY BODIES).
1. Origini ed evoluzione del tema
2. Il sistema delle Nazioni Unite 2) Vol. I, p. 22; sono interessanti anche p. 39 ss., p. 56 ss., p. 71 ss.; Vol. I, p. 123
A) I Core Treaties ed i meccanismi di controllo 2) Vol. I, p. 123
B) Il Consiglio dei Diritti Umani 2) Vol. II, p. 555
3. Aspetti regionali della protezione dei diritti dell’uomo
4. La Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali 2) Vol. II, p. 673 ss.
A) La Convenzione e i suoi organi
B) La procedura di controllo
5. I diritti dell’uomo in Unione europea 2) Vol. II, p. 655
6. I diritti dell’uomo nell’Organizzazione per la Cooperazione e la Sicurezza in Europa Alternativa Vol. II, p. 786: giurisdizione internazionale Alternativa Vol. II, p. 994: diritti umani e responsabilità internazionale degli Stati
7. Il sistema interamericano di tutela dei diritti dell’uomo 2) Vol. II, p. 596
8. La protezione dei diritti dell’uomo nel contesto mediorientale 2) Vol. II, p. 615 ss.
9. La protezione dei diritti dell’uomo in Africa 2) Vol. II, p. 575
Casi studio: bilanciamento diritti umani/terrorismo; diritti LGBT 2) Vol. I, p. 225; Vol. I, p. 284

Per chi porta il programma da 8 CFU, si indicano le sezioni dei volumi in programma da studiare come segue:

PARTE I: STUDIO DEL FENOMENO DELL’ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE – UNIVERSALE E REGIONALE – NEI SUOI ELEMENTI ISTITUZIONALI ED OPERATIVI.
IL FENOMENO DELLE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI
3. La personalità giuridica delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 133-150
4. Competenze e funzioni delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 985-997
6. Lo status di membro nelle Organizzazioni internazionali 1) pp. 962-983
7. La struttura delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 764-781; 804-821; 842-846
8. Gli atti delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 1006-1025
9. La formazione della volontà 1) pp. 567-579
10. Le relazioni esterne 1) pp. 691-711

PARTE II: LA PROMOZIONE E LA PROTEZIONE DEI DIRITTI UMANI – SISTEMI E STRUMENTI UNIVERSALI E REGIONALI; APPROFONDIMENTO DEL PROCESSO DI RIFORMA DEI PRINCIPALI MECCANISMI OPERANTI NEL QUADRO DELLE NAZIONI UNITE (CONSIGLIO DEI DIRITTI UMANI, TREATY BODIES).
1. Origini ed evoluzione del tema
2. Il sistema delle Nazioni Unite 2) Vol. I, p. 22; sono interessanti anche p. 39 ss., p. 56 ss., p. 71 ss.; Vol. I, p. 123
A) I Core Treaties ed i meccanismi di controllo 2) Vol. I, p. 123
B) Il Consiglio dei Diritti Umani 2) Vol. II, p. 555
3. Aspetti regionali della protezione dei diritti dell’uomo
4. La Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali 2) Vol. II, p. 673 ss.
A) La Convenzione e i suoi organi
B) La procedura di controllo
7. Il sistema interamericano di tutela dei diritti dell’uomo 2) Vol. II, p. 596
8. La protezione dei diritti dell’uomo nel contesto mediorientale 2) Vol. II, p. 615 ss.
9. La protezione dei diritti dell’uomo in Africa 2) Vol. II, p. 575
Casi studio: bilanciamento diritti umani/terrorismo; diritti LGBT 2) Vol. I, p. 225; Vol. I, p. 284

Per chi porta il programma da 6 CFU, si indicano le sezioni dei volumi in programma da studiare come segue:

PARTE I: STUDIO DEL FENOMENO DELL’ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE – UNIVERSALE E REGIONALE – NEI SUOI ELEMENTI ISTITUZIONALI ED OPERATIVI.
IL FENOMENO DELLE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI
3. La personalità giuridica delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 133-150
5. Lo status di membro nelle Organizzazioni internazionali 1) pp. 962-983
7. La struttura delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 764-781; 804-821; 842-846
8. Gli atti delle Organizzazioni internazionali 1) pp. 1006-1025
9. La formazione della volontà 1) pp. 567-579

PARTE II: LA PROMOZIONE E LA PROTEZIONE DEI DIRITTI UMANI – SISTEMI E STRUMENTI UNIVERSALI E REGIONALI; APPROFONDIMENTO DEL PROCESSO DI RIFORMA DEI PRINCIPALI MECCANISMI OPERANTI NEL QUADRO DELLE NAZIONI UNITE (CONSIGLIO DEI DIRITTI UMANI, TREATY BODIES).
1. Origini ed evoluzione del tema
2. Il sistema delle Nazioni Unite 2) Vol. I, p. 22; sono interessanti anche p. 39 ss., p. 56 ss., p. 71 ss.; Vol. I, p. 123
A) I Core Treaties ed i meccanismi di controllo 2) Vol. I, p. 123
3. Aspetti regionali della protezione dei diritti dell’uomo
4. La Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali 2) Vol. II, p. 673 ss.
A) La Convenzione e i suoi organi
B) La procedura di controllo
7. Il sistema interamericano di tutela dei diritti dell’uomo 2) Vol. II, p. 596
9. La protezione dei diritti dell’uomo in Africa 2) Vol. II, p. 575


Testi Adottati

Per gli studenti frequentanti:
1) Jacob Katz Cogan, Ian Hurd, and Ian Johnstone (eds.), Oxford Handbook of International Organizations, Oxford University Press, 2017
2) Anja Mihr, Mark Gibney (eds.), SAGE Handbook of Human Rights, SAGE Publications Ltd, 2014.

I volumi sono disponibili presso la Biblioteca del Dipartimento; gli e-books sono parzialmente accessibili dal sito web dedicato (sba.uniroma3.it) e sulla piattaforma Moodle del docente. Il Docente fornirà ulteriori dettagli in merito durante il Corso in aula, come anche indicazioni circa volumi ALTERNATIVI per la parte II del Programma.
Per gli studenti non frequentanti: i materiali saranno concordati con il docente per i CFU previsti.



Bibliografia Di Riferimento

Per la bibliografia si vedano i testi adottati, senza ulteriori riferimenti.

Modalità Erogazione

Il Corso si sviluppa seguendo il tradizionale approccio frontale e sollecitando i discenti ad interagire attraverso il costante apprendimento ed approfondimento delle nozioni costitutive della materia, anche attraverso esercitazioni pratiche e la possibilità di partecipare ad eventi e conferenze di rilevanza nazionale ed internazionale.

Modalità Frequenza

La frequenza è facoltativa.

Modalità Valutazione

L'esame finale si tiene in forma orale. Nel periodo di emergenza COVID-19 l’esame di profitto sarà svolto secondo quanto previsto all’art.1 del Decreto Rettorale n. 703 del 5 maggio 2020.