21810309 - SEMINARIO - MOGLIE, MADRE, ITALIANA. COLONIZZAZIONE DEMOGRAFICA E RAZZISMO NELLA POLITICA COLONIALE FASCISTA

"Seminario integrativo alla didattica dell’insegnamento di Storia e Istituzioni dell’Africa
Il seminario ha come obiettivo affrontare la questione coloniale fascista nei territori africani con particolare riferimento agli anni dell’impero e all’Africa Orientale italiana. Dopo aver fornito gli strumenti principali per la comprensione della storia coloniale italiana, il corso si orienterà sulle politiche fasciste segnatamente negli anni successivi all’occupazione dell’Etiopia. Verranno dedicate alcune lezioni relative alle politiche di espansione imperiale, ai progetti di colonizzazione demografica, alle politiche razziste ed infine alle questioni di genere ad essi strettamente correlate. Il corso sarà corredato di immagini iconografiche di proprietà e possesso del Laboratorio di ricerca e documentazione storica iconografica. "

VOLTERRA ALESSANDRO

scheda docente | materiale didattico

Programma

Il seminario ha come obiettivo affrontare la questione coloniale fascista nei territori africani con particolare riferimento agli anni dell’impero e all’Africa Orientale italiana. Dopo aver fornito gli strumenti principali per la comprensione della storia coloniale italiana, il corso si orienterà sulle politiche fasciste segnatamente negli anni successivi all’occupazione dell’Etiopia. Verranno dedicate alcune lezioni relative alle politiche di espansione imperiale, ai progetti di colonizzazione demografica, alle politiche razziste ed infine alle questioni di genere ad essi strettamente correlate. Tra le finalità principali del corso restituire la complessità dell’esperienza coloniale italiana ancora troppo spesso relegata ad un ruolo in sordina e considerata una tematica spinosa dalla storiografia politica.

Testi Adottati

Durante il seminario saranno indicate singolarmente delle letture

Bibliografia Di Riferimento

Durante il seminario saranno indicate singolarmente delle letture

Modalità Erogazione

Il metodo di insegnamento principale è costituito da lezioni frontali finalizzate all’acquisizione delle conoscenze fondamentali per il conseguimento degli obiettivi formativi. La partecipazione degli studenti alle attività didattiche è obbligatoria.

Modalità Frequenza

Durante ogni lezione saranno prese le firme: il massimo numero di ore che si possono saltare sono 6. La frequenza prevede che gli studenti leggano i saggi e i testi - individuati insieme al docente per ciascuno studente - contestualmente allo svolgimento delle lezioni affinché possano partecipare in modo attivo alle discussioni collettive con i compagni di corso e il docente.

Modalità Valutazione

La prova scritta consisterà in una tesina. Il tema sarà scelto con l'insegnante e lo studente dovrà dimostrare una conoscenza specifica dell'argomento, capacità di sintesi e di analisi

VOLTERRA ALESSANDRO

scheda docente | materiale didattico

Programma

Il seminario ha come obiettivo affrontare la questione coloniale fascista nei territori africani con particolare riferimento agli anni dell’impero e all’Africa Orientale italiana. Dopo aver fornito gli strumenti principali per la comprensione della storia coloniale italiana, il corso si orienterà sulle politiche fasciste segnatamente negli anni successivi all’occupazione dell’Etiopia. Verranno dedicate alcune lezioni relative alle politiche di espansione imperiale, ai progetti di colonizzazione demografica, alle politiche razziste ed infine alle questioni di genere ad essi strettamente correlate. Tra le finalità principali del corso restituire la complessità dell’esperienza coloniale italiana ancora troppo spesso relegata ad un ruolo in sordina e considerata una tematica spinosa dalla storiografia politica.

Testi Adottati

Durante il seminario saranno indicate singolarmente delle letture

Bibliografia Di Riferimento

Durante il seminario saranno indicate singolarmente delle letture

Modalità Erogazione

Il metodo di insegnamento principale è costituito da lezioni frontali finalizzate all’acquisizione delle conoscenze fondamentali per il conseguimento degli obiettivi formativi. La partecipazione degli studenti alle attività didattiche è obbligatoria.

Modalità Frequenza

Durante ogni lezione saranno prese le firme: il massimo numero di ore che si possono saltare sono 6. La frequenza prevede che gli studenti leggano i saggi e i testi - individuati insieme al docente per ciascuno studente - contestualmente allo svolgimento delle lezioni affinché possano partecipare in modo attivo alle discussioni collettive con i compagni di corso e il docente.

Modalità Valutazione

La prova scritta consisterà in una tesina. Il tema sarà scelto con l'insegnante e lo studente dovrà dimostrare una conoscenza specifica dell'argomento, capacità di sintesi e di analisi

VOLTERRA ALESSANDRO

scheda docente | materiale didattico

Programma

Il seminario ha come obiettivo affrontare la questione coloniale fascista nei territori africani con particolare riferimento agli anni dell’impero e all’Africa Orientale italiana. Dopo aver fornito gli strumenti principali per la comprensione della storia coloniale italiana, il corso si orienterà sulle politiche fasciste segnatamente negli anni successivi all’occupazione dell’Etiopia. Verranno dedicate alcune lezioni relative alle politiche di espansione imperiale, ai progetti di colonizzazione demografica, alle politiche razziste ed infine alle questioni di genere ad essi strettamente correlate. Tra le finalità principali del corso restituire la complessità dell’esperienza coloniale italiana ancora troppo spesso relegata ad un ruolo in sordina e considerata una tematica spinosa dalla storiografia politica.

Testi Adottati

Durante il seminario saranno indicate singolarmente delle letture

Bibliografia Di Riferimento

Durante il seminario saranno indicate singolarmente delle letture

Modalità Erogazione

Il metodo di insegnamento principale è costituito da lezioni frontali finalizzate all’acquisizione delle conoscenze fondamentali per il conseguimento degli obiettivi formativi. La partecipazione degli studenti alle attività didattiche è obbligatoria.

Modalità Frequenza

Durante ogni lezione saranno prese le firme: il massimo numero di ore che si possono saltare sono 6. La frequenza prevede che gli studenti leggano i saggi e i testi - individuati insieme al docente per ciascuno studente - contestualmente allo svolgimento delle lezioni affinché possano partecipare in modo attivo alle discussioni collettive con i compagni di corso e il docente.

Modalità Valutazione

La prova scritta consisterà in una tesina. Il tema sarà scelto con l'insegnante e lo studente dovrà dimostrare una conoscenza specifica dell'argomento, capacità di sintesi e di analisi