21801557 - STATISTICA ECONOMICA

La Statistica economica è una disciplina scientifica per lo studio dei fenomeni economici con metodi statistici. Lo scopo è quello di offrire a tutti i soggetti che debbono prendere decisioni economiche e di policy un quadro integrato e coerente di conoscenze e di analisi statistico-quantitative sui fenomeni economici collettivi.
Obiettivo generale del corso è di fornire allo studente gli strumenti concettuali e analitici per comprendere e misurare i fenomeni economici collettivi.
Obiettivi specifici possono essere considerati i seguenti: I) studiare problemi e metodi per la misurazione delle operazioni poste in essere dai soggetti economici collettivi; II) fornire alcuni strumenti essenziali per lo studio della dinamica economica nel tempo e nello spazio; III) introdurre all’analisi quantitativa di alcuni rilevanti fenomeni economici attraverso modelli aggregati e disaggregati.

DE CASTRIS MARUSCA

scheda docente | materiale didattico

Programma

Parte prima. Concetti di base. Il sistema europeo dei conti economici (SEC). Le innovazioni del SEC 2010. Contabilità aggregata (conti delle operazioni correnti, conti dell’accumulazione, conti patrimoniali) e disaggregata (la tavola input-output come schema di riferimento contabile). La rilevazione statistica dei fattori della produzione (capitale e lavoro).

Parte seconda. I Numeri Indici: metodi di costruzione e proprietà, numeri indici della produzione, dei prezzi. Misure della produzione e produttività. produzione. Analisi territoriale dei fenomeni economico-produttivi. Definizioni e misure della povertà.


Testi Adottati

Parte prima.
Cesare Piacentino, Elementi di Statistica Economica e Contabilità Nazionale, Aracne, Roma, 2009:
cap. 1, 2 cap. 5 § 5.1 § 5.2 § 5.5
Renato GUARINI e Franco TASSINARI, Statistica Economica, Il Mulino, Bologna, 2000: cap. 4, §§ 1 e 2, 3.1 (a) e (b)
Dispensa esercizi per la prova scritta:
Esercizi e soluzioni relativi alla parte prima, a cura di Mazziotta C. e De Castris M., 2007
Dispense integrative relative alle lezioni della parte prima:
Schemi e appunti di contabilità nazionale secondo il nuovo sistema europeo, a cura di Mazziotta C., Di Palma F., De Castris M., 2006.
“La rilevazione dello stock di capitale” a cura di Mazziotta C., Magazzino C., 2005.
“I coefficienti tecnici nella tavola input-output”, a cura di Mazziotta C. e De Castris M., 2007.
“Le principali novità del Sec 2010”, a cura di De Castris M., 2016.
Parte seconda.
Cesare Piacentino, Elementi di Statistica Economica e Contabilità Nazionale, Aracne, Roma, 2009:
cap. 3, 6
Renato GUARINI e Franco TASSINARI, Statistica Economica, Il Mulino, Bologna, 2000:
cap. 12, § 6
Dispensa esercizi per la prova scritta:
Esercizi e soluzioni relativi alla seconda parte, a cura di Mazziotta C. e De Castris M., 2007.
Dispense integrative relative alle lezioni della parte seconda:
L’analisi della povertà: concetti e metodi, a cura di De Castris M., 2016.
Analisi statistica dei dati territoriali, a cura di De Castris M., 2016.
N.B. Le dispense integrative sono disponibili presso 4Appunti, via Chiabrera, 174, tel. 06.59605579.


Bibliografia Di Riferimento

Alberto Baffigi, Il PIL per la storia d’Italia, Marsilio Editori, Venezia, 2015. Enrico Giovannini, Le statistiche economiche, Il Mulino, Bologna, 2006 Vincenzo Siesto, La contabilità nazionale italiana, Il Mulino, Bologna, 2003 Vera Cao Pinna, Analisi delle interdipendenze strutturali di un sistema economico, Torino, Boringhieri, 1958. Raymond W. Goldsmith A Perpetual Inventory of National Wealth, New York, NBER, 1951. Antonio Predetti, I numeri indici. Teoria e pratica. Milano, Giuffré, 1994. Giuseppe Carbonaro (a cura di): Studi sulla povertà. Problemi di misura e analisi comparative, Franco Angeli, Milano, 2002. Amartya K. Sen La diseguaglianza. Un riesame critico, Bologna, Il Mulino, 1992.

Modalità Erogazione

Lezioni ed esercitazioni in aula e laboratorio informatico. Parte delle esercitazioni saranno dedicate alla conoscenza delle fonti statistiche online, agli strumenti di elaborazione automatica per il calcolo e per la presentazione di una analisi economica con l'ausilio di slides preparate con power-point.

Modalità Frequenza

Gli studenti potranno seguire le lezioni in aula o studiare in autonomia senza frequentare. Le lezioni prevedono gli stessi argomenti per i frequentanti e per i non frequentanti.

Modalità Valutazione

SESSIONE ESTIVA a.a. 2019/20 giugno-luglio 2020- EMERGENZA SANITARIA COVID-19 ESAME SVOLTO VIA WEB Durante la sessione estiva, giugno-luglio 2020, a causa delle disposizioni emergenziali dovute alla pandemia Covid-19, la prova scritta sarà eseguita in forma telematica attraverso la piattaforma Moodle e avrà la durata di un'ora. In caso di superamento della prova, lo studente avrà la possibilità di accedere al colloquio orale. La prova di esame consiste in una prova scritta sulla prima parte del programma ed una prova orale di verifica complessiva, su tutto il programma. La prova scritta, insieme alla prova orale, contribuiranno a determinare il voto finale. La prova scritta superata avrà validità solo per la sessione estiva a.a. 2019/20. La prova scritta è composta da esercizi e domande aperte. La durata della prova scritta è di 1 ora. Solo gli studenti con voto uguale o superiore a 18/30 alla prova scritta saranno ammessi all’orale. La prova scritta sarà caricata sulla piattaforma Moodle nella sezione dei quiz. La prova orale consiste in domande sugli argomenti in programma finalizzate a verificare la conoscenza dei concetti, delle definizioni, dei sistemi di classificazione, delle fonti statistiche di riferimento e degli strumenti statistici per la misurazione statistica dei fenomeni economici. Il voto finale complessivo tiene conto dell’esito dello scritto e dell’orale. Gli studenti che hanno sostenuto e superato la prova scritta in appelli delle sessioni precedenti sosterranno solo la prova orale. SITUAZIONE NORMALE - ESAME SVOLTO IN AULA La prova di esame consiste in due prove scritte, una per la prima parte del programma ed un’altra per la seconda parte, cui segue una prova orale di verifica degli esiti formativi conseguiti. La seconda parte può essere sostenuta, in alternativa, anche in forma orale nello stesso appello. Le prove scritte, insieme alla prova orale, contribuiranno a determinare il voto finale. L’esame orale sarà sostenuto durante uno degli appelli delle sessioni d’esame. Le prove scritte superate hanno validità anche per le sessioni d’appello dell’anno accademico successivo. La prova scritta è composta da esercizi e domande aperte. Gli esercizi riguardano la determinazione del valore di aggregati economici, numeri indici o rapporti statistici in base al tema affrontato. Lo studente potrà prepararsi utilizzando la dispensa degli esercizi e anche seguendo le esercitazioni in aula. Le domande aperte richiedono allo studente l'illustrazione di concetti e definizioni statistico-economiche adottate dalla statistica ufficiale oltre che le formulazioni analitiche che consentono di procedere alla misurazione statistica del fenomeno. La durata della prova scritta è di 1 ora e 30 minuti. Solo gli studenti con voto uguale o superiore a 18/30 alla prova scritta saranno ammessi all’orale. La prova orale consiste in domande sugli argomenti in programma finalizzate a verificare la conoscenza dei concetti, delle definizioni, dei sistemi di classificazione, delle fonti statistiche di riferimento e degli strumenti statistici per la misurazione statistica dei fenomeni economici. Il voto finale complessivo è dato dalla media dei voti delle parti scritta e orale. Gli studenti frequentanti potranno sostenere una prova di verifica scritta sulla prima parte del programma durante il periodo didattico e presentare un progetto di analisi statistica in aula in formato power-point che sarà valutato con un massimo di 2 trentesimi per il voto finale. Gli studenti non frequentanti possono sostenere le prove d’esame durante le sessioni.