Centri di ricerca

Centro Interuniversitario di Storia e Politica Euroamericana (CISPEA)

Il Link identifier #identifier__32731-1CISPEA è il primo Centro interuniversitario italiano ed europeo nel campo degli studi storico-politici sugli Stati Uniti ed è stato fondato da storici americanisti degli Atenei consorziati. Suoi scopi sono l’analisi scientifica e il dibattito pubblico sulla storia e la politica statunitensi nel contesto dei rapporti fra nazioni europee e Stati Uniti. Il gruppo fondatore, certo dell’importanza degli studi storici nell’ambito delle scienze sociali e umane, lo è altrettanto per quanto riguarda la loro rilevanza per la vita pubblica e crede che la partecipazione alla seconda richieda un’aggiornata conoscenza della prima. Al fine di perseguire entrambi gli obiettivi il Centro intende promuovere la ricerca scientifica, la didattica avanzata e il dibattito sugli Stati Uniti in ambito nazionale e internazionale.

“The Atlantic Connection”: una relazione in costante cambiamento.

A partire dal XVIII secolo, le relazioni tra i paesi europei e gli Stati Uniti sono state costanti, intense e complesse tanto da rendere di difficile comprensione lo sviluppo storico e politico dei primi se non all’interno di un quadro di riferimento che tenga conto dei secondi e viceversa. Più in generale, appare evidente l’importanza cruciale rivestiva dalle relazioni atlantiche all’interno della storia mondiale. I principali conflitti e le tendenze di lungo periodo che hanno influenzato e modificato il mondo in cui viviamo hanno avuto il loro centro dinamico proprio nei processi di scambio atlantico. Conseguentemente, sia che si prenda in considerazione lo sviluppo economico, quello politico o i processi di scambio socio-culturali, le relazioni euro-americane rappresentano un punto di riferimento essenziale sia per quel che riguarda le indagini scientifiche sia per il dibattito pubblico. Inoltre, dopo il 1989, i cambiamenti avvenuti nella scena internazionale nel suo complesso, i processi istituzionali e le autorappresentazioni dell’Europa da un lato e la concezione americana fondata sul principio di interesse nazionale, dall’altro, hanno avuto come conseguenza la messa in discussione del rapporto atlantico. La storia e la cultura sono diventate roccaforti di valori intesi nella loro specificità e diversità, contribuendo a diventare altrettanti campi di tensione e di conflitto tra le due sponde. I processi di trasformazione storica che stiamo vivendo contribuiscono a mettere in discussione o a ripensare categorie consolidate. Da qui la necessità di approfondire lo studio storico delle relazioni trans-atlantiche, così come di ripensare i suoi fondamenti intellettuali e teorici.
Come storici, noi riteniamo che i rapporti trans-atlantici, nella loro storicità come pure nel loro contemporaneo divenire, costituiscono una chiave d’indagine utile a dipanare le complessità della storia politica, sociale, culturale ed economica a livello globale.
Come cittadini, d’altronde, non siamo meno consci dell’importanza di un’analisi che ci aiuti a comprendere e a saper cogliere le sfide presenti e future.

Gli scopi del Centro

Il CISPEA promuove la diffusione di studi scientifici e la discussione pubblica su questi temi. Il Centro è stato fondato da un gruppo di storici italiani specializzati nella storia degli Stati Uniti d’America, ma è aperto ai contributi e alla collaborazione di studiosi europei ed americani interessanti alle relazioni trans-atlantiche nei suoi molteplici aspetti. La storia non rappresenta per noi un mero sfondo per comprendere problemi contemporanei, perché forte è la consapevolezza della stretta relazione tra ricerca storica e vita pubblica e della necessità di un’analisi del presente che è fruttuosa solo se è in grado di afferrare le radici storici delle questioni che si vogliono affrontare. Il nostro scopo è quindi quello di indagare lo stato attuale e le radici storiche dei rapporti trans-atlantici nella molteplicità delle aree e degli strumenti di indagine:organizzazione di seminari e convegni; promozione di pubblicazioni (monografie, raccolte di saggi, etc.) anche al fine di favorire l’insegnamento della storia e della politica americana nei corsi universitari e post-universitari; ricerca di forme di collaborazione con omologhe istituzioni italiane e straniere nei campi degli studi storici ed umanistici, delle scienze sociali, delle scienze economiche, delle relazioni internazionali e degli studi culturali e di comunicazione.

Direttore – Daniele Fiorentino
Membro del Consiglio Direttivo – Leopoldo Nuti

Centro interuniversitario di studi ungheresi e sull’Europa centro-orientale (CISUECO)

Le origini del Link identifier #identifier__180395-2Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull’Europa Centrale e Orientale (CISUECO) risalgono al 1985 quando presso l’Università “La Sapienza” di Roma fu costituito il Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi in Italia (CISUI). L’obiettivo del centro era quello di promuovere e gestire iniziative scientifiche nel settore degli studi linguistici, letterari, e storici inerenti principalmente l’Ungheria ma anche più in generale l’Europa centrale e orientale.
Una nuova fase nella vita scientifica del centro si apre con il 2008 quando con l’elezione a direttore del prof. Francesco Guida la sede amministrativa del CISUI viene trasferita presso il Dipartimento di Studi Internazionali dell’Università Roma TRE. Una delle priorità della nuova dirigenza è stata quella di rilanciare l’azione scientifica del Centro coinvolgendo in maniera più attiva in primo luogo le cattedre di magiaristica presenti nelle università italiane e per quanto possibile le istituzioni culturali magiare operanti in Italia in primis l’Accademia di Ungheria in Roma.
Dal 2008 al 2014 il Centro svolge, ormai con la nuova denominazione di CISUECO, un’intensissima attività di ricerca, con l’organizzazione di convegni e manifestazioni culturali e la realizzazione di diverse Link identifier #identifier__71631-3pubblicazioni scientifiche.

Direttore – Francesco Guida

Centro di ricerca Interdipartimentale per gli studi Politico-Costituzionali e di legislazione comparata (CRISPEL)

Il Link identifier #identifier__167563-4Centro di Ricerca Interdipartimentale per gli Studi Politico-costituzionali e di Legislazione comparata (CRISPEL), ora intitolato al suo fondatore Giorgio Recchia, è stato costituito nel 2003 presso l’Università degli Studi Roma Tre dagli attuali Dipartimenti di Giurisprudenza e Scienze Politiche cui si sono aggiunti nel tempo i Dipartimenti di Economia e Scienze della Formazione – al fine di promuovere studi e ricerche nel campo politico-costituzionale e della legislazione comparata, destinati a coadiuvare l’operato di istituzioni pubbliche e private, internazionali, europee e nazionali.

Direttore -Carlo Colapietro
Direttore Vicario – Antonio Iannuzzi 

Centro di Ricerca interdipartimentale sul diritto europeo della banca e della finanza “Paolo Ferro-Luzzi” (C.R.I.D.E.Ba.Fin)

Il Centro è promosso e costituito dal Dipartimento di Giurisprudenza, dal Dipartimento di Scienze Politiche e dal Dipartimento di Economia Aziendale. Il Centro costituisce una struttura di ricerca cui possono afferire professori e ricercatori dei Dipartimenti di Giurisprudenza, Scienze Politiche e Economia Aziendale dell’Università degli Studi di Roma Tre.

Lo scopo del Centro consiste nel promuovere la ricerca e il dibattito accademico sul diritto della banca, della finanza e delle assicurazioni, nel quadro della regolazione europea e nazionale.

Per il raggiungimento di tali obiettivi il Centro potrà sviluppare e coordinare programmi di ricerca; svolgere attività di consulenza; promuovere conferenze, seminari, convegni; costituire una rete informativa tra tutti gli studiosi; realizzare pubblicazioni specializzate, anche per diffondere i risultati delle ricerche; favorire la formazione di giovani studiosi, anche attraverso il sostegno a corsi di perfezionamento, di specializzazione, di alta formazione, di stages, nonché attraverso il contributo per borse di studio e assegni di ricerca; favorire rapporti e promuovere collaborazioni – nel quadro delle proprie finalità – con istituzioni universitarie e soggetti culturali e scientifici nazionali, comunitari ed internazionali, sia pubblici che privati.

Docenti di riferimento – Maria De Benedetto e Stefano D’Addona

Centro di Ricerca Interdipartimentale sull’Europa centro-orientale, la Russia e l’Eurasia (CRIERE)

Il Centro di Ricerca Interdipartimentale sull’Europa centro-orientale, la Russia e l’Eurasia è stato costituito il 1 settembre 2018 presso l’Università degli Studi Roma Tre dai Dipartimenti di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo; Lingue, Letterature e Culture straniere; Scienze Politiche, al fine di promuovere e realizzare studi avanzati a carattere interdisciplinare sull’Europa centro-orientale, la Russia e l’Eurasia.

Il Centro ha sede amministrativa nell’Università degli Studi Roma Tre presso il Dipartimento di Scienze Politiche.

L’attuale Direttore è il prof. Francesco Guida. Nella Giunta siedono i professori Alberto Basciani, Laura Piccolo e Adriano Roccucci.

Associazioni Scientifiche

Associazione italiana studi di storia dell’Europacentrale e orientale (AISSECO)

L’Link identifier #identifier__135985-5AISSECO coordina e promuove contatti, scambi e un confronto approfondito tra gli studiosi delle fonti storiche, del pensiero e delle istituzioni politiche, della cultura dei paesi dell’Europa centrale e orientale, nonché dei rapporti tra l’Italia e questa regione del mondo, mediante un approccio rigorosamente scientifico. Essa non ha fini di lucro e persegue tali obiettivi mediante gli strumenti che l’Associazione o i suoi organi amministrativi e gestionali ritengono coerenti con lo scopo sociale, ivi compresi l’organizzazione di convegni e conferenze nazionali e internazionali, la gestione e il costante aggiornamento del sito web http://www.aisseco.org, la pubblicazione di saggi e volumi, sia in forma cartacea che digitale e con ogni altro mezzo che sia ritenuto praticabile ed utile per gli scopi dell’Associazione.

Docenti di riferimento – Basciani Alberto  e D’Alessandri Antonio

 

Associazione Italiana di Studi del Sud est Europeo (AISSEE)

Link identifier #identifier__172155-6L’Associazione Italiana di Studi del Sud-est Europeo (AISSEE) riunisce gli studiosi che si occupano in Italia della cultura e della civilizzazione delle popolazioni dellEuropa sud-orientale . Da oltre quaranta anni l’AISSEE svolge un’intensa attività di ricerche interdisciplinari, contribuendo in tal modo all’investigazione sistematica e approfondita del patrimonio culturale in cui si riflettono le tradizioni comuni e allo stesso tempo specifiche di ciascun popolo del Sud-est europeo.

L’AISSEE promuove lo studio dei Balcani, del loro rapporto con le altre culture dell’Europa e del resto del mondo. Il dominio di competenza dell’Associazione è quello delle scienze umane: storia, archeologia, etnografia, linguistica, filologia, folklore, arte, diritto, economia, ecc.

L’AISSEE è stata fondata nel 1969 da un gruppo di professori universitari e studiosi e da allora ha sempre costituito il Comitato nazionale italiano dell’Association Internationale d’Études du Sud-est européen (AIESEE).

Consiglio direttivo eletto nell’assemblea dell’11 dicembre 2015:

  • Presidente – Francesco Guida – (Università Roma Tre)
  • Vicepresidente – Matteo Mandalà – (Università di Palermo)
  • Vicepresidente  Armando Pitassio – (Università di Perugia)
  • Segretario – Antonio D’Alessandri – (Università Roma Tre)

 

Link identifier #identifier__148919-7Link identifier #identifier__77586-8Link identifier #identifier__17312-10
Licia Barion 28 Novembre 2019