Diritto amministrativo

febbraio 23, 2010

Docente G. D’Alessio

A.A. 2011/12

C.F.U. 8

Valido per i corsi di studi

Scienze politiche per il governo e l’amministrazione

Presentazione e Obiettivi Formativi

Il corso ha ad oggetto l’individuazione e l’analisi giuridica delle strutture che compongono il sistema amministrativo, nell’ambito dell’ordinamento pluralistico dei pubblici poteri, e gli strumenti dei quali le pubbliche amministrazioni si avvalgono per l’espletamento dei propri compiti istituzionali; si propone, inoltre, di individuare la tipologia e l’articolazione degli interessi pubblici, nonché le loro correlazioni con i diritti dei privati. In particolare, verranno ricostruiti le motivazioni e gli aspetti di maggiore rilevanza dei processi di trasformazione che nel tempo hanno investito gli assetti organizzativi degli apparati amministrativi, le funzioni da essi svolte e le forme di svolgimento delle loro attività.

L’insegnamento si pone l’obiettivo di fornire agli studenti adeguati strumenti per la comprensione dell’evoluzione dei costrutti teorici, della disciplina normativa e delle problematiche concrete riguardanti la realtà amministrativa.

L’insegnamento, che si articola in tre sezioni, si pone l’obiettivo di fornire agli studenti adeguati strumenti per la comprensione dell’evoluzione dei costrutti teorici, della disciplina normativa e delle problematiche concrete riguardanti la realtà amministrativa.

Programma

Sezione 1

Aspetti definitori ed elementi costitutivi della pubblica amministrazione; nascita, sviluppi e tendenze del diritto amministrativo. Caratteri salienti, evoluzione e trasformazioni del sistema amministrativo: profili storici e costituzionali. Teoria dell’organizzazione amministrativa (fonti, figure soggettive, atti, formule e rapporti organizzativi). L’ordinamento amministrativo italiano e le sue attuali articolazioni. Regolazione e gestione del personale. I beni pubblici. I controlli.

Sezione 2

Interessi giuridici ed amministrazioni pubbliche (funzioni e servizi pubblici, poteri e situazioni soggettive). Attività di diritto pubblico: potestà, discrezionalità, atti, provvedimenti e procedimenti amministrativi (aspetti generali). Giustizia amministrativa (cenni).

Sezione 3

La disciplina dell’azione amministrativa alla luce delle recenti riforme: i principi generali; il procedimento amministrativo (profili strutturali e funzionali, istituti partecipativi, forme e strumenti di semplificazione); il provvedimento amministrativo (struttura, efficacia ed esecutorietà, invalidità); l’attività di diritto privato (legittimazione negoziale delle amministrazioni, contratti, accordi ed intese); la responsabilità della pubblica amministrazione;il diritto di accesso ai documenti amministrativi.

Il corso comprenderà un ciclo di lezioni (svolte con la partecipazione di collaboratori della cattedra), che saranno dedicate, in particolare, all’approfondimento dei temi del modulo 3.

Collegamenti con altri Insegnamenti

Si richiede la conoscenza istituzionale del diritto pubblico.

Testi Consigliati

Per i temi trattati nella sezione 1 si consigliano come testi di studio (in alternativa): S. CASSESE (a cura di), Istituzioni di diritto amministrativo, Giuffrè, Milano, ult. ed., capp. I, III, IV. VI, X; V. CERULLI IRELLI, Lineamenti del diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2010, capp. 1, 2, 3, 4; G. CORSO, Manuale di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2010, parte prima; G. ROSSI, Principi di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2010, capp. I, II, III e IV.

Per i temi trattati nella sezione 2 si consigliano come testi di studio (in alternativa): S. CASSESE (a cura di), Istituzioni di diritto amministrativo, Giuffrè, Milano, ult. ed., capp. II, VII, VIII, IX, XI, XII (§ 1-4); V. CERULLI IRELLI, Lineamenti del diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2010, capp. 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11; G. CORSO, Manuale di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2010, parte seconda e parte terza (§ 1-19);. G. ROSSI, Principi di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2010, capp. V e VI.

Per i temi trattati nella sezione 3 si consiglia come testo di studio: G. D’ALESSIO-F. DI LASCIO (a cura di), Lezioni sull’attività delle pubbliche amministrazioni, Aracne, Roma, 2010.

A tali testi va aggiunta la lettura delle dispense inserite nei “Materiali didattici”.

Si richiede, in ogni caso, la conoscenza delle principali fonti normative riguardanti la pubblica amministrazione: a tal fine, si potranno utilizzare il Codice breve di diritto amministrativo (a cura di F.A. Roversi Monaco e L. Vandelli), Maggioli, Rimini, ult.ed., il Codice breve delle amministrazioni pubbliche (a cura di M. Cammelli e G. Sciullo), Zanichelli, Bologna, ult.ed., le Leggi fondamentali del diritto amministrativo (a cura di V. Italia, M. Bassani e G. Ruggeri), Giuffrè, Milano, ult. ed.

N.B. Il programma vale anche per gli studenti dei corsi di laurea del D.M. 509 (9 CFU)

STUDENTI DEL VECCHIO ORDINAMENTO (QUADRIENNALE)

Per la preparazione dell’esame si consiglia come testo di studio E. Casetta, Manuale di diritto amministrativo, Giuffrè, Milano, ult.ed. (ad eccezione della sezione II del capitolo X e della sezione I del capitolo XI).